Napolitano contro la Lega: "Non c'è popolo padano"

Napolitano contro la Lega: "Non c'è popolo padano"

Napolitano contro la Lega: "Non c'è popolo padano"

"Non c'è popolo padano". Giorgio Napolitano interviene così durante un discorso alla facoltà di Giurisprudenza di Napoli, facendo un riferimento indiretto ai raduni della Lega a Pontida. Il capo dello Stato ha liquidato le richieste dei militanti leghisti di secessione: "La sovranità appartiene al popolo, ma si dimentica quello che viene dopo la virgola, e cioè che si esercita nelle forme e nei limiti previsti dalla Costituzione. Non esiste una via democratica alla secessione".

 

"Ho avuto modo di dire che la secessione è fuori dalla storia e ho aggiunto fuori dalla realtà del mondo di oggi - ha detto ancora Napolitano - . Perchè se si guarda al mondo d'oggi appare grottesco semplicemente il proporsi di creare che cosa? Uno Stato Lombardo-Veneto? Che quindi calchi la scena mondiale competendo poi con la Cina, con l'India, con il Brasile, con gli Stati Uniti, con la Russia".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso del suo intervento, Napolitano ha affrontato anche il tema del sistema elettorale, spiegando che quello attuale "ha rotto il rapporto di responsabilità tra elettore ed eletto". Per questo ha parlato dell'opportunità di una nuova legge per la scelta dei rappresentanti del popolo in Parlamento. "Ritengo che forse è maturata già da un pezzo - ha sottolineato - e che si stia andando verso un riconoscimento a cui pochi possono sfuggire della necessità di un meccanismo elettorale che faciliti un ritorno di fiducia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -