Napolitano difende la Costituzione: ''No a concentrazione dei poteri''

Napolitano difende la Costituzione: ''No a concentrazione dei poteri''

Napolitano difende la Costituzione: ''No a concentrazione dei poteri''

TORINO - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, torna a difendere la Costituzione. In un messaggio inviato in occasione della manifestazione "Biennale Democrazia" in programma a Torino, il capo dello stato ha puntato il dito contro "le insidie che la concentrazione dei poteri comporta per la vita democratica, questione già oggetto di profonda riflessione da parte del pensiero costituzionalistico in epoche storiche precedenti e ripresentatosi quindi in termini di indubbia attualità".

 

"Nulla potrebbe essere più lontano dall'idea di una democrazia temperata e funzionante dell'idea di un corpo sociale indistinto - in grado di esprimersi solo elettoralmente - cui corrispondano ristrette oligarchie dotate di poteri economici e sociali senza contrappesi, resi più insidiosi dagli effetti del progresso tecnologico, impensabili solo sessanta anni fa", ha aggiunto Napolitano.

 

"Pur in una realtà certamente molto diversa da quella del 1948 - ha evidenziato Napolitano -  la grande attenzione posta dalla nostra Carta al bilanciamento dei poteri e alla presenza nel corpo sociale e istituzionale di formazioni intermedie costituisce un'eredità preziosa, frutto di lungimiranza politica e di capacità di riflessione sulla complessità degli equilibri sociali".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -