Napolitano: "La Costituzione si può cambiare"

Napolitano: "La Costituzione si può cambiare"

Napolitano: "La Costituzione si può cambiare"

"La Costituzione si può cambiare": il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, da Udine apre all'ipotesi di modifica della Carta, pur difendendone la sua vocazione "altamente lungimirante". Il Capo dello Stato ha ribadito che "vogliamo un'Italia unita, senza coesione nazionale il nostro Paese si perderebbe nel fiume della globalizzazione". L'inquilino del Quirinale ricorda anche che nella Carta uno stesso articolo della nazione italiana e "la promozione delle autonomie" sono collegate "in modo inscindibile".

 

Napolitano invita le forze politiche che intendono mettere mano alla Costituzione a rivedere "ciò che è necessario rivedere, si garantisca il massimo di snellezza e semplificazione nell'articolazione del nostro Stato".

 

Il presidente non ha mancato di evidenziare l'importanza di ridurre il peso del debito pubblico: "Nessuna parte politica può sottrarsi alla responsabilità collettiva di alleggerire in modo decisivo e di consolidare il bilancio pubblico riducendo il debito che noi abbiamo accumulato e che è un pesante fardello sulle nostre spalle".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -