Napolitano: misura e rispetto reciproco tra politica e giustizia

Napolitano: misura e rispetto reciproco tra politica e giustizia

Napolitano: misura e rispetto reciproco tra politica e giustizia

ROMA - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto martedì in Quirinale le nuove leve della magistratura italiana. L'inquilino del Colle ne ha approfittato per chiedere misura rispetto reciproco tra politica e giustizia. "Deve prevalere in tutto il senso della misura, del rispetto, e infine della comune responsabilità istituzionale - ha detto Napolitano - nella consapevolezza di essere chiamati a prestare un servizio efficiente, e garantire un diritto fondamentale ai cittadini".

 

"Occorre adoperarsi per recuperare l'apprezzamento e il sostegno dei cittadini. E a tal fine la magistratura non può sottrarsi ad una seria riflessione critica su se stessa, ma deve proporsi le necessarie autocorrezioni, rifuggendo da visioni autoreferenziali", ha proseguito. Ai giovani magistrati il Presidente della Repubblica Napolitano anche "l'apertura di una nuova pagina dopo una nuova fase certamente travagliata".

 

Poi il consiglio: "Fate attenzione a non cedere a esposizioni mediatiche o a sentirvi investiti, come ho detto più volte in questi anni, di missioni improprie e esorbitanti oppure ancora a indulgere ad atteggiamenti impropriamente protagonistici e personalistici che possono offuscare e mettere in discussione l'imparzialità dei singoli magistrati, dell'ufficio giudiziario cui appartengono, della magistratura in generale".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -