Natasha Richardson, morte causata da forte trauma cranico

Natasha Richardson, morte causata da forte trauma cranico

Natasha Richardson, morte causata da forte trauma cranico

NEW YORK - 'Un ematoma epidurale' causato da un 'forte colpo alla testa'. E' questa la causa della morte della attrice Natasha Richardson, caduta rovinosamente lunedì mentre stava prendendo una lesione di sci sulle piste di Mont Tremblant, in Canada. La Richardson un'ora dopo l'incidente ha accusato una forte emicrania. Accompagnata all'ospedale di Montreal, i medici le hanno riscontrato un forte trauma cranico, degenerato nel corso delle ore.

 

Neeson, impegnato nelle riprese del suo ultimo film a Toronto, "Chloe" era volato subito al capezzale della moglie insieme ai familiari. Dopo esser stata dichiarata la morta cerebralmente, è stata trasferita a New York, dove i medici le hanno staccato la spina.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il portavoce della famiglia, Alan Nierob, ha comunicato che il marito, l'attore Liam Neeson, i suoi figli e l'intera famiglia "sono scioccati e devastati dalla tragica morte della loro amata Natasha", ed hanno espresso "profonda gratitudine per il sostegno, l'amore e le preghiere di tutti e chiedono che sia rispettata la loro riservatezza durante questo difficilissimo momento".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -