'Ndrangheta in Lombardia, duello a distanza Saviano-Castelli

'Ndrangheta in Lombardia, duello a distanza Saviano-Castelli

'Ndrangheta in Lombardia, duello a distanza Saviano-Castelli

MILANO - L'ndrangheta in Lombardia al centro di una polemica che vede coinvolti lo scrittore Roberto Saviano, più impegnato sul fronte dell'antimafia, ed il viceministro della Lega Nord, Roberto Castelli. L'acceso scontro a distanza è nato in seguito all'anticipazione di un'intervista rilasciata dallo scrittore di "Gomorra" a "Vanity Fair", nella quale si è chiesto dove fosse il partito del Carroccio quando la 'ndrangheta si stava infiltrando in Lombardia.

 

"La Lega - ha premesso Saviano - ci ha sempre detto che certe cose al Nord non esistono, ma l'inchiesta sulle infiltrazioni della 'ndrangheta in Lombardia racconta una realta' diversa". Quindi l'interrogativo "Dov'era la Lega quando questo succedeva negli ultimi dieci anni laddove ha governato? E perché adesso non risponde?".

 

"Rispondo subito - ha attaccato Castelli -. Saviano è accecato e reso sordo dal suo inopinato successo e dai soldi che gli sono arrivati in giovane età. Unica sua scusante rispetto alle sciocchezze che dice sulla Lega è che, quando noi combattevamo contro la sciagurata legge del confino obbligatorio che tanti guai ha portato al nord, aveva ancora i calzoni corti".

 

"Se nulla sa della storia della Lombardia, vada a rileggersi la storia della battaglia che la Lega fece a Lecco a iniziare dal '93 contro i clan della 'ndrangheta - ha insistito -. Atti amministrativi precisi, fatti concreti". Infine un invito: "vediamo che Saviano continua a fare pubblicità al suo libro. La smetta-perché gli antimafia a pagamento sono sempre meno credibili".

 

Immediate le prese di posizione a difesa di Saviano, tra cui quelle dell'ex segretario del Pd Walter Veltroni secondo il quale lo scrittore campano "ha semplicemente indicato la realtà delle infiltrazioni mafiose al Nord, e le sue sono "parole vere, non offese". "La Lega ha reagito scompostamente - ha proseguito - con attacchi vergognosi e con minacce. A lui va la mia solidarietà".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -