Nucleare, Ahmadinejad detta le condizioni: ''negoziati dopo il Ramadan''

Nucleare, Ahmadinejad detta le condizioni: ''negoziati dopo il Ramadan''

Nucleare, Ahmadinejad detta le condizioni: ''negoziati dopo il Ramadan''

TEHERAN - L'Iran è disposta a tornare al tavolo delle trattative sul nucleare con i Paesi del 5+1 "a partire dalla seconda metà del mese di Ramadan", tra due mesi. Lo ha annunciato il presidente Mahmoud Ahmadinejad spiegando che tale lasso di tempo ha l'obiettivo di "punire" le grandi potenze per la decisione "immorale" di approvare nuove sanzioni contro la Repubblica islamica. Ahmaedinejad ha inoltre proposto che partecipino ai colloqui anche Turchia e Brasile.

 

Le sanzioni sono state varate con una risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu il 9 giugno, dopo che in una dichiarazione firmata alcune settimane prima con Turchia e Brasile l'Iran si era impegnato ad accettare uno scambio di uranio arricchito con l'estero. Tale documento per il presidente iraniano deve essere "la base" per la ripresa delle trattative.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -