Nucleare, Ahmadinejad sfida l'Occidente: "Avvio arricchimento al 20%"

Nucleare, Ahmadinejad sfida l'Occidente: "Avvio arricchimento al 20%"

Nucleare, Ahmadinejad sfida l'Occidente: "Avvio arricchimento al 20%"

TEHERAN - Mahmoud Ahmadinejad torna a provocare l'Occidente. Il presidente dell'Iran, infatti, ha dato disposizione all'Organizzazione nazionale per l'energia atomica di avviare la produzione di uranio arricchito al 20%. "Avevo detto che avremmo concesso dai due a tre mesi per concludere un accordo sullo scambio di uranio e che se non fossero stati d'accordo avremmo cominciato da soli", ha dichiarato Ahmadinejad, inaugurando un'esposizione dedicata alla tecnologia laser.

 

Solo martedì scorso lo stesso Ahmadinejad aveva detto che l'Iran era pronto ad arrivare ad un accordo con la comunità internazionale per ricevere dall'estero il combustibile a base di uranio arricchito al 20%, di cui ha bisogno per alimentare un reattore con finalità mediche, consegnando parte del suo uranio arricchito al 3,5%.

 

E venerdì il ministro degli Esteri Manuchehr Mottaki aveva affermato di essere convinto che un'intesa fosse vicina. Ma Teheran, ha reso noto il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea), Yukiya Amano, non ha mai presentato una nuova proposta per giungere all'accordo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -