Nucleare, Berlusconi: ''Stop momentaneo per paura della gente''

Nucleare, Berlusconi: ''Stop momentaneo per paura della gente''

Nucleare, Berlusconi: ''Stop momentaneo per paura della gente''

ROMA - Il referendum previsto per giugno avrebbe eliminato "per sempre la scelta del nucleare". Il presidente del Consiglio ha così spiegato il senso della "moratoria nucleare" del governo. Il disastro alla centrale di Fukushima in seguito al terremoto e allo tsunami dell'11 marzo scorso, "ha spaventato ulteriormente i nostri cittadini". Invece, ha proseguito il Cavaliere, "siamo assolutamente convinti che l'energia nucleare sia il futuro per tutto il mondo".

Con il referendum, ha continuato il premier, "non avremmo avuto il nucleare in Italia per tanti anni. Per questo abbiamo deciso di adottare la moratoria, per chiarire la situazione giapponese e tornare tra due anni a un'opinione pubblica conscia della necessità nucleare". Berlusconi ha quindi aggiunto che il disastro giapponese si è verificato in quanto la centrale di Fukushima era stata edificata su un terreno che non lo consentiva.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -