Obama ai musulmani: "L'America non è il nemico"

Obama ai musulmani: "L'America non è il nemico"

Obama ai musulmani: "L'America non è il nemico"

Scocca la scintilla tra Barack Obama e il popolo arabo. Un'intervista del nuovo presidente degli Stati Uniti rilasciata all'emittente Al Arabiya, ha destato l'entusiasmo degli ascoltatori della tv araba. Al punto da chiamarlo come "il Benedetto Hussein Obama", traducendo letteralmente la parola Barack, che in arabo significa appunto "benedetto". Le parole dell'inquilino della Casa Bianca suonano come una nuova apertura all'Islam, dopo quella fatta nel discorso d'insediamento.

 

Il grande significato di questa prima intervista da presidente è che il proprio colloqui con un'emittente è avvenuto con una realtà vicina al mondo islamico, segno evidente della netta inversione di tendenza che Obama vuole imprimere all'Amministrazione americana rispetto al predecessore George W. Bush.

 

"E' mio compito comunicare il fatto che gli Stati Uniti si interessano del benessere del mondo islamico; che il linguaggio che usiamo deve essere di rispetto", ha dichiarato Obama ad Al Arabiya. "Io ho membri musulmani della mia famiglia... Ho vissuto in paesi musulmani", ha poi ricordato il primo presidente afroamericano degli Stati Uniti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Obama ha anche confessato di voler "comunicare al popolo americano che il mondo musulmano è pieno di persone straordinarie che vogliono solo vivere la loro vita e vedere i loro figli vivere meglio". Insomma "comunicare al mondo musulmano che l'America non è il nemico".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -