Obama e il rilancio degli Usa, un piano da 50 miliardi di dollari

Obama e il rilancio degli Usa, un piano da 50 miliardi di dollari

Obama e il rilancio degli Usa, un piano da 50 miliardi di dollari

WASHINGTON - Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha annunciato lunedì sera in occasione del Labor Dayun piano di investimenti nelle infrastrutture da 50 miliardi di dollari, per la costruzione di nuove strade, ferrovie e aeroporti con l'obiettivo di stimolare l'economia americana. "L'America - ha affermato l'inquilino della Casa Bianca - non può avere un'economia forte senza un ceto medio forte, sempre più grande, con i suoi valori e la sua capacità i lavorare duro".

 

Il piano, ha garantito Obama, "non aumenterà il deficit". Quindi ha assicurato che in "ogni singolo giorno della sua presidenza" non smetterà mai di lottare per difendere "il sogno americano", di chi, con la sola forza del suo lavoro, vuole garantire un futuro ai suoi figli. Obama ha ricordato che gli Stati Uniti non sono diventati il Paese più ricco al mondo "con i giochi e le scommesse di carta di Wall Street", ma grazie alla capacità "di produrre e vendere beni reali".

 

Parlando da Milwaukee, il presidente americano ha sferrato anche un duro attacco ai repubblicani, accusandoli di essere i veri responsabili della crisi in corso. Obama in particolare ha affermato che i repubblicani sperano in vista delle elezioni di metà mandato in programma il prossimo 2 novembre, gli americani possano dimenticarsi le politiche economiche attuate dalla precedente amministrazione, che hanno portato il paese alla recessione.

 

Per rimettere in moto gli Stati Uniti, Obama ha annunciato che nei prossimi sei anni verranno costruite 150mila miglia di strade, rinnovate 4mila miglia di linea ferroviaria e saranno rimesse a posto 150 miglia di piste aeroportuali. Inoltre sarà creata una nuova banca per le Infrastrutture in grado di fare il lavoro di almeno 100 uffici federali. Un modo per abbattere i tempi ed i costi della burocrazia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -