Obama in difficoltà, nuova frenata per la riforma della sanità

Obama in difficoltà, nuova frenata per la riforma della sanità

Obama in difficoltà, nuova frenata per la riforma della sanità

E' un momento di forte difficoltà per il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, alle prese con un nuovo stop alla sua tanto agognata riforma della sanità americana. L'inquilino della Casa Bianca deve fare i conti con un giudice federale della Florida che ha sollevato rilievi di incostituzionalità su uno dei punti principali della riforma, e cioè quello in cui si rende obbligatorio per tutti i cittadini stipulare un contratto di copertura sanitaria dal 2014 in avanti.

 

La riforma prevede che chi decide di non stipulare alcun contratto, debba sostenere poi il pagamento di una penale. Per il giudice di Pensacola, in Florida,  che ha sollevato il nuovo polverone, la legge è da dichiarare integralmente nulla perché "il mandato individuale è inconstituzionale".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A decretare la parola finale sarà probabilmente la Corte Suprema, visto che ci saranno alcuni ricorsi e che la Casa Bianca non è certamente intenzionata a mollare la presa su quella che è una delle riforme principali attraverso le quali Obama è riuscito a vincere le elezioni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -