Obama: ''Risanare conti pubblici, ma no tagli con il machete''

Obama: ''Risanare conti pubblici, ma no tagli con il machete''

Obama: ''Risanare conti pubblici, ma no tagli con il machete''

WASHINGTON - I conti pubblici americani vanno risanati, ma senza tagli con il ‘machete'. Altrimenti si rischia una nuova recessione. E' quanto ha affermato il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, intervenendo in una conferenza organizzata da Mark Zuckerberg, il fondatore del social network Facebook. L'inquilino della Casa Bianca ha risposto alle domande dei giovani, confermando indirettamente con una battuta sgravi fiscali per i più ricchi.

 

"Sia io che te dobbiamo prepararci a pagare più tasse - ha affermato Obama rivolgendosi a Zuckerberg -. Ma lo so che per te non è un problema". Obama è poi intervenuto in un altro comizio a San Francisco, venendo interrotto da un gruppo di sostenitori di Bradley Manning, il militare sospettato di avere fornito a Wikileaks i documenti segreti sulla diplomazia americana. I commensali di un intero tavolo si sono alzati cantando una canzone sulla sorte di Manning.

 

Mentre il tavolo veniva fatto sgomberare dalle forze di sicurezza, Obama ha commentato in tono scherzoso ma con il volto visibilmente contrariato: "Era una bella canzone".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -