P3 e toghe, Napolitano: ''Ne discuta il nuovo Csm''

P3 e toghe, Napolitano: ''Ne discuta il nuovo Csm''

P3 e toghe, Napolitano: ''Ne discuta il nuovo Csm''

ROMA - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha scritto una lettera al Comitato di presidenza del Csm per intervenire sull'inchiesta P3 e toghe, evidenziando che si tratta di una questione delicata che è meglio che se ne occupi il prossimo Consiglio. Toccherà al nuovo organismo, dunque, occuparsi dei tentativi di interferire sugli orientamenti di alcuni consiglieri per favorire la nomina del presidente della Corte d'Appello di Milano, Alfonso Marra.

 

E su chi votò Marra "non bisogna gettare ombre, perché si pronunciò liberamente, al di fuori di ogni condizionamento". "La questione - ha evidenziato Napolitano - dovrebbe essere dibattuta in termini generali e propositivi prescindendo dalla esistenza di indagini penali, disciplinari e amministrative sull'episodio".

 

"A parte la seria preoccupazione, che è lecito mantenere, di non interferire in tali indagini, ritengo da un lato che il tema non possa essere affrontato in termini "generali e propositivi" con la necessaria ponderazione nel momento terminale di questa Consiliatura - mentre è corretto lasciare alla prossima le appropriate decisioni in merito - e dall'altro che si debba essere bene attenti a non gettare in alcun modo ombre sui comportamenti di quei consiglieri che ebbero a pronunciarsi liberamente, al di fuori di ogni condizionamento, su quella proposta di nomina concorrendo alla sua approvazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -