Papa, liberati i sei nordafricani sospettati di volerlo uccidere

Papa, liberati i sei nordafricani sospettati di volerlo uccidere

Papa, liberati i sei nordafricani sospettati di volerlo uccidere

LONDRA - Tornano in libertà i sei nordafricani arrestati venerdì scorso a Londra poiché sospettati di voler compiere un attentato al Papa. Secondo quanto riportato dalla Bbc, gli extracomunitari sono stati rilasciati poiché non rappresentavano "una minaccia fondata". Scotland Yard non ha voluto confermare informazioni secondo le quali i sei stavano scherzando, aggiungendo invece che era necessario investigare su quella che avrebbe potuto essere "una minaccia reale".

 

Le perquisizioni in otto abitazioni nel nord e nell'est di Londra e in due uffici nel centro non hanno dato esito. In un comunicato, la polizia afferma che "non ci sono cambiamenti nel livello di allarme" per la visita del Papa. L'attuale livello, "serio", indica che si ritiene un attacco "altamente probabile".

 

Benedetto XVI ha concluso domenica con l'ultima tappa di Birmingham la sua visita nel Regno Unito. Giunto al Cofton Park in elicottero per la messa di beatificazione del cardinale britannico John Henry Newman, ex sacerdote anglicano convertitosi al cattolicesimo, Ratzinger si è rivolto ai fedeli "da tedesco" per lodare l'eroica lotta degli inglesi contro il nazismo nel giorno del 70° anniversario della "Battaglia d'Inghilterra".

 

"Per me, che ho vissuto e sofferto lungo i tenebrosi giorni del regime nazista in Germania, è profondamente commovente essere qui con voi in tale occasione, e ricordare quanti dei vostri concittadini hanno sacrificato la propria vita, resistendo coraggiosamente alle forze di quella ideologia maligna. - ha evidenziato -. Il mio pensiero va in particolare alla vicina Coventry, che ebbe a soffrire un così pesante bombardamento e una grave perdita di vite umane nel novembre del 1940".

 

"Settant'anni dopo - ha aggiunto il Papa - ricordiamo con vergogna e orrore la spaventosa quantità di morte e distruzione che la guerra porta con sé al suo destarsi. E rinnoviamo il nostro proposito di agire per la pace e la riconciliazione in qualunque luogo in cui sorga la minaccia di conflitti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -