Patto della salute, Regioni trovano l'intensa

Patto della salute, Regioni trovano l'intensa

ROMA - Il Governo e le Regioni hanno ratificato giovedì pomeriggio l'intesa sul nuovo patto triennale per la salute. L'accordo, da 106,2 miliardi di euro, ha ricevuto il via libera della conferenza Stato-Regioni. ''E' un ottimo risultato che ci dà ottime prospettive'', ha spiegato il ministro per i Rapporti con la regioni, Raffaele Fitto. "Abbiamo fatto una intesa impegnativa sul patto per la salute", gli ha fatto eco il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.

 

Il Governatore dell'Emilia Romagna ha spiegato che si tratta di "un'intesa che ci consente di governare la sanità", "e che è importante perchè nasce da una impegnativa iniziativa delle Regioni durata otto mesi per sbloccare i fondi. Senza questi fondi sarebbe stato impossibile governare la sanità". "Vogliamo - ha continuato Errani - trovare ora le forme per assicurare qualità e garantire i livelli di assistenza. E' stato un lavoro lungo e impegnativo, ma portato avanti nell'interesse del Paese".

 

"L'accordo prevede diversi punti", ha continuato il presidente della Conferenza delle Regioni, "e tutti devono essere onorati. Così ci ha detto e confermato il ministro Fitto e noi seguiremo con molta attenzione come verra' onorato questo impegno. Se non e' rispettato questo patto", ha avvertito ancora Errani, "si aprirebbe di nuovo una fase molto critica nelle relazioni tra Regioni e Governo". "C'è un accordo fatto con il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e noi vogliamo essere coerenti con esso", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -