Patto di stabilità, la Regione rispetta i vincoli sul 2014: liberati 291 milioni di euro

"Il dato è molto importante e conferma la solidità del bilancio regionale - commenta l’assessore regionale al Bilancio Emma Petitti -. In questo modo contribuiamo anche noi al raggiungimento dell’equilibrio dei conti pubblici nazionali e degli obiettivi posti in sede europea”.

Anche nel 2014 la Regione Emilia-Romagna ha rispettato i vincoli posti dallo Stato sul patto di stabilità ed ha pagato a Comuni e Province del territorio oltre 290 milioni di euro. La conferma arriva dalla verifica di bilancio effettuata al 31 gennaio sul patto di stabilità interno. In particolare, la somma per la provincia di Forlì-Cesena ammonta a 31.363.998,11 euro, per quella di Ravenna a 22.296.297,79 euro, e per quella di Rimini a 28.767.318,28 euro.

"Il dato è molto importante e conferma la solidità del bilancio regionale - commenta l’assessore regionale al Bilancio Emma Petitti -. In questo modo contribuiamo anche noi al raggiungimento dell’equilibrio dei conti pubblici nazionali e degli obiettivi posti in sede europea”. All’interno del patto di stabilità territoriale la Regione è riuscita a concedere, nel 2014, 291 milioni di euro ai Comuni e alle Province emiliano-romagnole. “Un impegno rilevante - conclude Petitti - che ha consentito agli enti locali del nostro territorio di accelerare sensibilmente i tempi dei pagamenti a favore delle imprese per spese di investimento in opere pubbliche già realizzate. Anche nel 2015 lavoreremo per raggiungere lo stesso importante risultato”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -