Pd, Serracchiani sceglie Franceschini: "Bersani rappresenta l'apparato"

Pd, Serracchiani sceglie Franceschini: "Bersani rappresenta l'apparato"

Pd, Serracchiani sceglie Franceschini: "Bersani rappresenta l'apparato"

Debora Serracchiani rinuncia a correre per la segreteria del Partito democratico al prossimo congresso. L'eurodeputata, eletta a Strasburgo con più preferenze di Silvio Berlusconi, considerata la nuova ‘Giovanna d'Arco' della sinistra italiana, rinuncia a scendere in campo in prima persona per la guida del partito ma si schiera al fianco del segretario in carica, Dario Franceschini, che assieme al rivale Pierluigi Bersani si contende la leadership dei democratici italiani.

 

"Non candidarmi mi sembra la scelta più coraggiosa - dice in un'intervista a "Repubblica" -. La strada più semplice era candidarmi, riempire la terza casella. Farmi la mia bella corrente, prendere il mio pezzetto di partito e cucirci sopra il nome. Ma sono queste le cose che ci hanno portato dove siamo". 

 

A Debora Serracchiani non piace proprio Pierluigi Bersani nella veste di segretario. "Rappresenta l'apparato. In tutto, linguaggio compreso - sostiene -. Parlano ancora di piattaforma programmatica, un'espressione che proprio non si può più sentire. Non mi sono piaciuti i modi della sua candidatura. Da un anno è un candidato a prescindere, come direbbe Totò. A prescindere dall'avversario, dal segretario in carica, dal risultato elettorale, da tutto". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -