Pd, Veltroni 'sgrida' i suoi: ''innovazione o fallimento''

Pd, Veltroni 'sgrida' i suoi: ''innovazione o fallimento''

Pd, Veltroni 'sgrida' i suoi: ''innovazione o fallimento''

ROMA - "Innovazione o fallimento. Questo è l'ultimatum che ci hanno dato gli elettori abruzzesi". Walter Veltroni nella sua relazione alla direzione fa riferimento alle ultime elezioni in Abruzzo per sollecitare uno scatto di innovazione nel Partito democratico. "O siamo capaci di innovare o saremo travolti", ha dichiarato il leader del Pd, intervenendo con durezza sulle divisioni interne del partito. "Stiamo rischiando di finire come l'Unione", ha tuonato.

 

COLLABORAZIONE - Pur riconoscendo l'importanza del pluralismo, Veltroni invita tutti a mettere da parte ''le quotidiane differenziazioni che piacciono tanto ai giornali ma dispiacciono alla nostra gente". Altrimenti, avverte il segretario, il rischio per il Pd è quello "di  segare l'albero su cui tutti si è seduti''. Veltroni ha riconosciuto che spetta innanzitutto al leader "promuovere l'unità", ma a questa deve affiancarsi "la collaborazione responsabile da parte di tutti".

 

ALLEANZA CON DI PIETRO - Veltroni ha confermato la discussa alleanza con l'Italia dei Valori a livello locale. "Sento dire in questi giorni che dovremmo rompere con Di Pietro - ha esordito - ma io ho già detto tante volte che ci sono forme diverse di opposizione. L'ho fatto ad aprile, lo abbiamo fatto non aderendo alla manifestazione di piazza Navona e l'ho detto io stesso in una dichiarazione che ha aperto tutti quanti i giornali. Questo non significa che a livello locale non si possano trovare delle convergenze programmatiche"

 

‘PRIMO PARTITO ITALIANO' - "Alle prossime elezioni vogliamo diventare il primo partito italiano", ha dichiarato il leader del Pd, ammettendo che  si tratta di "un cammino, ma in questo percorso costruiremo le necessarie alleanze politiche". Le alleanze, ha spiegato, "devono essere fondate sull'innovazione e il cambiamento e dovranno essere affidabili alla prova della tenuta di governo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GIUSTIZIA - Il segretario del Pd ha poi parlato della riforma sulla Giustizia, "che non si fa contro i magistrati e contro gli avvocati", ribadendo "la proposta di un tavolo di sessanta giorni al termine del quale il governo deciderà ma dopo aver ascoltato il mondo della giustizia e se lo riterrà anche l'opposizione. Noi siamo disponibili".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Francesco Cingolani
    Francesco Cingolani

    Bellissimo titolo, Walter ha ragione

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -