Pdl al capolinea, Fini pronto ai gruppi autonomi: maggioranza in bilico

Pdl al capolinea, Fini pronto ai gruppi autonomi: maggioranza in bilico

Pdl al capolinea, Fini pronto ai gruppi autonomi: maggioranza in bilico

E' crisi profonda nel centrodestra. Dopo la riunione dell'ufficio di presidente del partito Berlusconiano che ieri ha deciso di sfiduciare il presidente della Camera Gianfranco Fini e di deferire al collegio dei probiviri tre deputati molti vicini a Fini, si moltiplicano le richieste di una crisi di governo nell'opposizione. Tanto più alla luce del fatto che i ‘finiani' sembrano intenzionati a costituire un gruppo parlamentare autonomo alla Camera e al Senato, diventando determinanti.

 

Fini ha accolto la notizia con grande freddezza e con una conferenza stampa venerdì mattina chiarira la sua posizione. Per la terza carica dello Stato la decisione assunta da Berlusconi e dai ‘suoi' è il lasciapassare verso una strategia ancora più aggressiva nei confronti dell'attuale maggioranza e verso una non improbabile crisi di governo che potrebbero portare l'Italia al voto anticipato o al governo di transizione.

 

Fini rigetta al mittente le richieste di lasciare lo scranno di presidente della Camera, ma si dice anche determinato a non abbandonare il Pdl, il partito che ha contribuito a fondare sciogliendo dal giorno alla notte Alleanza nazionale. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -