Pdl e Lega contro Fini, Maroni: ''Si vada al voto. Non c'è alternativa''

Pdl e Lega contro Fini, Maroni: ''Si vada al voto. Non c'è alternativa''

Pdl e Lega contro Fini, Maroni: ''Si vada al voto. Non c'è alternativa''

ROMA - "Si vada al voto anche domani. Non c'è alternativa". All'indomani del discorso di Mirabello di Gianfranco Fini, la strada verso le elezioni anticipate appare sempre più in discesa come fa intendere il ministro dell'Interno, Roberto Maroni. "Mi pare evidente che sia rinata Alleanza Nazionale, un partito che assicura gli interessi del sud più che quelli della Padania che per Fini non esiste ma per noi esiste". Per Umberto Bossi, "la situazione è difficile".

 

"E' come se Fini avesse detto non voglio accordi con la Lega - ha continuato il leader della Lega -. Se Berlusconi dava retta a me, si andava a elezioni e non c'erano Fini né Casini, né la sinistra che scompariva''. ''Per Berlusconi la strada è molto stretta - ha chiosato -. Se tutti i giorni deve andare a chiedere i voti a Fini e a Casini per far passare una legge, non dura molto''.

 

Nel frattempo Fabrizio Cicchitto invoca le dimissioni di Fini da presidente della Camera: "Rifletta sulla congruità di essere leader di una formazione politica con il suo ruolo di presidente della Camera".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -