Pdl nel caos, la Carfagna minaccia le dimissioni. Berlusconi la rassicura

Pdl nel caos, la Carfagna minaccia le dimissioni. Berlusconi la rassicura

Pdl nel caos, la Carfagna minaccia le dimissioni. Berlusconi la rassicura

ROMA - Ore di tensione a Palazzo Ghigi. Il ministro delle Pari Opportunità, Mara Carfagna, è intenzionata a dimettersi dal governo e a lasciare il Pdl a causa di insanabili contrasti con il coordinatore del Pdl in Campania Nicola Cosentino, e per "l'incapacità" dei coordinatori nazionali di affrontare i problemi interni al partito in Campania. A quanto pare il ministro non avrebbe gradito anche "gli attacchi volgari e maligni" di alcuni esponenti del partito.

 

Su tutti quelli di Alessandra Mussolini. Giovedì pomeriggio a Montecitorio la nipote del Duce ha sorpreso la Carfagna mentre stava conversando con il capogruppo alla Camera di Futuro e Libertà Italo Bocchino. Per la nipote del Duce è stato tutto fin troppo chiaro: intelligenza. A tale punto da prende il suo telefonino e scattare una foto. Il ministro si è accorto della scenetta, ha cominciato a battere polemicamente le mani ed esclamare "brava, brava!". "Vergogna!", ha risposto a muso duro la Mussolini.

 

Silvio Berlusconi avrebbe sentito al telefono anche il ministro delle Pari opportunità per rassicurarla del suo sostegno e di quello di tutto il partito. Si è schierato dalla parte del ministro delle Pari Opportunità il coordinatore del Pdl Sandro Bondi, secondo il quale la Carfagna rappresenta "i nostri programmi e i nostri valori più alti". Inoltre ha garantito che si impegnerà "personalmente, insieme a Denis Verdini e a Ignazio La Russa, per mettere fine a polemiche ingiuste".

 

"Surreali e patetiche", è invece il commento della Mussolini sulle dimissioni che la Carfagna ha minacciato. "Si tratta di una drammattizzazione inutile e patetica, se lei ha problemi, e ce l'ha, beh, si interrogasse. Forse - ha attaccato la deputata campana - perché sta facendo un gioco non troppo lineare con i bocchiniani".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -