Pechino 2008, la Cina revoca la censura ai siti web

Pechino 2008, la Cina revoca la censura ai siti web

Pechino 2008, la Cina revoca la censura ai siti web

Ad una settimana dall'apertura dei Giochi, Pechino fa retromarcia e decide di rimuovere in parte quella censura che tanto aveva fatto discutere nei giorni scorsi. In seguito alle proteste internazionali, infatti, il governo cinese ha acconsentito a rimuovere la censura imposta ad alcuni siti internet. Sono tornati accessibili i siti della Bbc, di Wikipedia, dell'emittente americana Radio Free Asia e del quotidiano di Hong Kong critico nei confronti della Cina 'Apple Daily'.

 

Questi siti erano stati bloccati in vista delle Olimpiadi. Un esponente del Comitato organizzatore dei Giochi di Pechino ha inoltre garantito facilitazioni per l'accesso al web per la stampa estera accreditata a seguire l'evento. Al di fuori del media centre restano comunque off limits molti website.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non politicizzate i Giochi". Il presidente cinese Hu Jintao ha avvertito di "non politicizzare" l'evento, nel corso di un incontro con un primo gruppo di giornalisti stranieri. Politicizzare i Giochi, ha affermato Hu, "sarebbe il contrario dello spirito olimpico oltre che dell'aspirazione condivisa in tutto il mondo". E' inevitabile che popoli di diversi paesi e nazioni abbiano vedute differenti, ha aggiunto il presidente cinese, ma tali differenze possono essere superate solo con il dialogo e in condizioni di parita'.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -