Peggiorano le condizioni di Cossiga, condizioni di "estrema gravità"

Peggiorano le condizioni di Cossiga, condizioni di "estrema gravità"

Peggiorano le condizioni di Cossiga, condizioni di "estrema gravità"

 Sono di "estrema gravità" le condizioni di salute di Francesco Cossiga, presidente emerito della Repubblica ricoverato dal 9 agosto presso il policlino Gemelli di Roma nel reparto di Rianimazione. Il bollettino ufficiale che è stato diffuso dal nosocomio attorno a mezzogiorno, riferisce di una situazione "di estrema gravità". Ciò è dovuto ad un "repentino e drastico peggioramento delle condizioni circolatorie che ha necessitato la ripresa di tutti i supporti vitali".

 

A far peggiorare le condizioni ci sarebbe l'infezione polmonare che aveva prodotto quell'insufficienza cardiorespiratoria che fece scattare il ricovero per l'ex presidente della Repubblica. Questo peggioramento è in controtendenza rispetto a quanto si era appreso nei giorni scorsi, quando si parlava da più parti di un lento ma graduale miglioramento, pur in un contesto di forte criticità.

 

Accanto a Cossiga ci sono i figli Giuseppe e Anna Maria, ma anche gli amici e i collaboratori più stretti, a cominciare dalle sue guardie del corpo, invisibili ma costanti compagni di vita, Paolo Naccarato, Enzo Carra e arriverà a breve don Carlo Papa, rettore della Chiesa di San Carlo al Corso, amico di Cossiga da una cinquantina d'anni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -