Predappio, elezioni. L'ex direttore del Messaggero appoggia il candidato Frassineti

Predappio, elezioni. L'ex direttore del Messaggero appoggia il candidato Frassineti

Fra le tante cose che avvengono in campagna elettorale ve ne sono alcune degne di grande attenzione. E' il caso di Predappio, che diede i natali a Benito Mussolini: una piccola città fondata durante il ventennio, che ancor oggi conserva l'impianto urbanistico ed architettonico del tempo, bisognoso di cura e valorizzazione.

 

Si tratta di un paese di indiscutibile tradizione democratica e antifascista, che per molti anni ha sofferto di un'immagine stereotipata, evocata e rincorsa da plotoni di nostalgici con labari e camicie nere, prigioniera di una storia non voluta e mal sopportata.

 

In questa campagna elettorale, contrapposta a due liste di destra, delle quali una (PDL) invoca il cambiamento, ma non dell'eredità più imbarazzante, bensì proprio di quella tradizione democratica, e l'altra (Forza Nuova) immagina addirittura qualcosa che assomiglia ad un risorgimento fascista, si è fatta strada, attorno alla candidatura di Giorgio Frassineti, esito fortunato di primarie vere, una proposta innovativa da parte del centrosinistra.

 

Due le iniziative che attestano un nuovo modello di protagonismo, lontano dalla ormai insufficiente necessità di marcare semplicemente le distanze da quell'epoca. Innanzitutto l'impegno nella costruzione dell'associazione nazionale delle città fondate, organismo rivolto allo studio ed alla valorizzazione, al di fuori di rappresentazioni retoriche, di sperimentazioni urbanistiche ed architettoniche che appartengono, oltre che alla storia politica del nostro paese, alla vivacità di un confronto culturale che ha lasciato il segno.

 

Poi l'avvio della realizzazione, nelle gallerie dell'ex fabbrica Caproni, di un centro di ricerca sulla fluidodinamica che raccoglie, attorno all'Università di Bologna, prestigiose università europee ed americane, affiancato da altri progetti scientifici di grande livello. Dunque ecco una strada nuova che, invece di dibattersi nell'ambiguità del passato, investe sulla forza del futuro. E' anche per questo che la candidatura a Sindaco di Giorgio Frassineti merita di essere sostenuta.

 

Vittorio Emiliani (giornalista, ex direttore del Messaggero)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -