Processo breve, ostruzionismo alla Camera: si muove Fini

Processo breve, ostruzionismo alla Camera: si muove Fini

Processo breve, ostruzionismo alla Camera: si muove Fini

ROMA - E' un ostruzionismo "preventivo" quello scatenato mercoledì mattina a Montecitorio dalle opposizioni con l'obiettivo di far slittare l'esame sul processo breve. "Stiamo utilizzando ogni mezzo a nostra disposizione, regolamento della Camera alla mano, per impedire che le leggi a favore soltanto di Berlusconi vengano approvate", ha affermato Michele Ventura, vicepresidente vicario dei deputati democratici. Sulla questione è intervenuto Gianfranco Fini.

 

"Ove dovessero riproporsi nelle prossime sedute situazioni analoghe la presidenza della Camera, in mancanza di una espressa previsione regolamentare sulla durata degli interventi, ridurrà il tempo massimo degli interventi in relazione al numero degli iscritti a parlare", ha affermato il leader di Montecitorio.

 

Alla conferenza dei capigruppo la terza carica dello Stato ha puntualizzato che quanto è avvenuto sarà oggetto di un approfondimento da parte della Giunta per il Regolamento di Montecitorio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -