Processo Mediaset, per Berlusconi il CdM non è un ''legittimo impedimento''

Processo Mediaset, per Berlusconi il CdM non è un ''legittimo impedimento''

Processo Mediaset, per Berlusconi il CdM non è un ''legittimo impedimento''

MILANO - I giudici del tribunale di Milano hanno respinto la richiesta di legittimo impedimento avanzata da Silvio Berlusconi per l'udienza nel processo Mediaset. Nell'istanza si sosteneva l'impossibilità di presenziare all'udienza da parte dell'imputato Berlusconi a causa della riunione del Consiglio dei ministri. I giudici dell'ordinanza hanno spiegato che l'udienza era stata fissata tenendo conto dell'agenda degli impegni del presidente del Consiglio.

 

Nell'ordinanza faceva riferimento alla sentenza della Corte Costituzionale in cui si parlava della necessità di contemperare le esigenze della giustizia con gli impegni istituzionali dell'imputato. I giudici spiegano di avere rigettato l'istanza perché "altrimenti verrebbe svilita la funzione giudiziaria".

 

Al termine di una lunga camera di consiglio, il Tribunale ha ricordato come, in base ai dettati della Corte Costituzionale, il giudice abbia l'onere di programmare un calendario di udienze evitando di sovrapporsi con altri impegni istituzionali. Quindi è stato sottolineato che "nulla è stato dedotto circa la necessità di fissare per oggi un Consiglio dei ministri", deciso il 24 febbraio scorso. Per questo, al fine di non "svilire la funzione giudiziaria" il Tribunale ha respinto la richiesta della difesa.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di pirpa
    pirpa

    Nano buffone sei la rovina dell'italia..fatti processare e levati dalle balle! Hai fatto troppi danni per sistemare gli affari tuoi........in galeraaaaaaaaa!

  • Avatar anonimo di Dalladario
    Dalladario

    Ma come sant' uomo , proprio ora che aveva messo in cantiere , e certo che lui è uno che se ne intende , una legge contro la corruzione ! Sugli sugli ,bani bani questi giudici tali bani !

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -