Rai, stop alle docu-fiction su vicende giudiziarie

Rai, stop alle docu-fiction su vicende giudiziarie

Rai, stop alle docu-fiction su vicende giudiziarie

ROMA - Il cda della Rai ha votato all'unanimità una delibera sulla sospensione delle docu-fiction su vicende giudiziarie. Per Silvana Mura (Italia dei Valori) si tratta del "primo passo per arrivare al divieto assoluto la televisione pubblica di occuparsi di vicende giudiziarie in quanto tali". "E' evidente che si tratta di un atto volto a restringere ulteriormente la libertà di informazione di una televisione pubblica già fin troppo controllata dal potere politico".

 

"È ancora più grave che tale decisione sia stata presa all'unanimità da parte dei membri del cda", ha concluso Mura. Le polemiche sull'utilizzo di docu-fiction sono legate soprattutto all'utilizzo che ne fanno alcuni programmi. Nel mirino, in particolare, è finito "Annozero", che spesso ha ricostruito in questo modo le inchieste più scottanti. A partire da quelle su mafia e politica.

 

Già lo scorso 11 dicembre, all'indomani dell'ultima puntata della trasmissione di Michele Santoro, il direttore generale della Rai Mauro Masi aveva inviato una lettera a tutti i direttori di rete e di testate giornalistiche, chiedendo per i programmi di approfondimento informativo lo stop su docu-fiction e televoti. "Siamo convinti - aveva scritto - che sia necessario tutelare il diritto di cronaca, la libertà di espressione e la creatività di ogni trasmissione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -