Rapimento Mastrogiacomo: ''Nessuno ci ha chiesto un riscatto''

Rapimento Mastrogiacomo: ''Nessuno ci ha chiesto un riscatto''

ROMA – Le autorità italiane non hanno ricevuto oggi alcuna rivendicazione per il giornalista italiano Daniele Mastrogiacomo che "sarebbe in mano ai Talebani nella provincia di Helmand". Lo ha dichiarato alla France Presse l'ambasciatore italiano a Kabul, Ettore Francesco Sequi.


"Apparentemente, sarebbe in mano ai Talebani nella provincia di Helmand, ma non c'è ancora nulla di sicuro. Siamo nella totale incertezza", ha aggiunto Sequi che poi ha precisato: “Non siamo stati contattati da nessuno per una richiesta di riscatto o altro


QUALCUNO HA SENTITO LA SUA VOCE

Un giornalista pachistano Rahimullah Yusufzai ha sentito un paio di giorni fa la voce di Daniele Mastrogiacomo, l’inviato del quotidiano “La Repubblica” di cui si sono perse notizie da domenica sera e che è stato rapito dai talebani.


“Ha detto di chiamarsi Daniele, di avere 52 anni e di essere un giornalista di Roma, in Italia. poi ha detto il nome di sua madre e di suo padre e la loro età”, ha riferito (secondo quanto riportato da Repubblica) il giornalista del quotidiano pachistano 'The News' contattato dai rapitori di Mastrogiacomo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giornalista pachistano ha precisato che “il portavoce dei Taliban nella zona di Helmand mi ha chiamato per annunciarmi che avevano arrestato tre persone, spie per conto della nato e degli Stati Uniti. Io ho chiesto una prova e mi hanno richiamato con il nastro”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -