Ravenna al voto per Comune e Provincia, tutte le informazioni utili

Ravenna al voto per Comune e Provincia, tutte le informazioni utili

Ravenna al voto per Comune e Provincia, tutte le informazioni utili

RAVENNA - Domenica 15 e lunedì 16 maggio si vota per l'elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale, nonché per quella del Presidente della Provincia e del Consiglio Provinciale, con eventuale turno di ballottaggio fissato il 29 e il 30 maggio. Domenica 15 maggio si vota dalle 8 alle 22, lunedì 16 maggio dalle 7 alle 15; gli elettori che si troveranno nel seggio alla scadenza degli orari stabiliti saranno ammessi a votare. Ecco tutte le informazioni utili.

 

Al fine di evitare affollamenti nelle sezioni elettorali nell'imminenza dell'orario di chiusura è consigliabile recarsi a votare nelle prime ore della mattina o del primo pomeriggio della domenica.

In caso di effettuazione del turno di ballottaggio si voterà domenica 29 maggio dalle 8 alle 22 e lunedì 30 maggio dalle 7 alle 15.

 

COME SI VOTA

ELEZIONI PROVINCIALI (SCHEDA GIALLA)

L'elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto:

-            tracciando un solo segno sul rettangolo contenente il nome e cognome del candidato alla carica di presidente. In tal modo il voto si intenderà attribuito solo al predetto candidato presidente;

-            tracciando un solo segno o sul contrassegno relativo ad uno dei candidati al consiglio provinciale o sul nominativo del candidato medesimo. In tal modo, il voto si intenderà attribuito sia al candidato consigliere che al candidato alla carica di presidente collegato;

-            tracciando un segno sia sul rettangolo contenente il nominativo del candidato presidente, sia sul contrassegno relativo ad uno dei candidati consiglieri collegati o sullo stesso nominativo del candidato consigliere medesimo. In tal modo, il voto si intenderà parimenti attribuito tanto al candidato alla carica di presidente che al candidato consigliere facente parte del gruppo o di uno dei gruppi collegati.

ELEZIONI COMUNALI (SCHEDA AZZURRA)

L'elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto:

-            tracciando un solo segno sul nominativo del candidato alla carica di sindaco o sul rettangolo che contiene il nominativo stesso. In tal modo, il voto si intenderà attribuito solo al predetto candidato sindaco;

-            tracciando un solo segno sul contrassegno di una delle liste di candidati al consiglio comunale collegate a taluno dei candidati alla carica di sindaco. In tal modo, il voto si intenderà attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco collegato;

-            tracciando un segno sia su uno dei contrassegni di lista che sul nominativo del candidato alla carica di sindaco collegato alla lista votata. In tal modo, il voto si intenderà parimenti attribuito tanto al candidato sindaco che alla lista ad esso collegata;

-            tracciando un segno di voto sul rettangolo recante il nominativo alla carica di sindaco ed un altro segno di voto su una lista di candidati consiglieri non collegata al candidato sindaco prescelto (cosiddetto voto disgiunto).

L'elettore potrà altresì manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere comunale, scrivendo, sull'apposita riga stampata sulla destra di ogni contrassegno di lista, il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) del candidato preferito appartenente alla lista prescelta, senza dover apporre alcun altro segno di voto sul relativo contrassegno, sempre che l'elettore non si sia avvalso della facoltà del cosiddetto voto disgiunto, cioè di esprimere il voto per un candidato sindaco diverso da quello collegato alla lista del candidato consigliere prescelto.

L'elettore prima di uscire dalla cabina deve ripiegare le schede, secondo le linee lasciate dalla precedente piegatura.

 

CHI VOTA

Per le elezione amministrative voteranno gli iscritti nelle liste elettorali, che compiranno il 18° anno di età entro domenica 15 maggio compresa.

Il voto si esercita presentandosi di persona presso la sezione elettorale del comune nelle cui liste si è iscritti.

Per alcune categorie di elettori la legge prevede modalità di voto con procedura speciale:

-            i militari delle forze armate, gli appartenenti a corpi organizzati militarmente per il servizio dello Stato, le forze di polizia ed il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per causa di servizio, purché siano elettori del comune stesso o di un altro comune della provincia per le elezioni provinciali;

-            i componenti dei seggi, rappresentanti delle liste dei candidati, sono ammessi a votare nella sezione presso la quale esercitano il loro ufficio, purché siano elettori del comune stesso per le elezioni comunali e della provincia per le elezioni provinciali;

-            i ricoverati in ospedali o case di cura sono ammessi a votare nel luogo di ricovero, purché siano elettori del comune e della provincia rispettivamente per l'elezione del consiglio comunale e provinciale;

-            i detenuti, ancora in possesso del diritto di voto sono ammessi ad esercitarlo nel luogo di reclusione, sempre che siano elettori del comune o di un comune della provincia;

-            i marittimi e gli aviatori fuori residenza per motivi di imbarco, sono ammessi a votare per le elezioni provinciali, sempre che siano iscritti nelle liste di un comune della provincia.

 

STATISTICA VOTANTI

Gli elettori del comune di Ravenna per le elezioni comunali sono 123.237 (59.084 maschi e 64.153 femmine); gli elettori del comune di Ravenna per le elezioni provinciali sono 122.902 (58.983 maschi e 63.919 femmine)

Alcune curiosità: al 31 marzo 2011 gli stranieri comunitari residenti con 18 o più anni, quindi con la possibilità di votare, sono 4.830; i ragazzi che possono recarsi alle urne per la prima volta sono 1.212, di cui 47 stranieri, gli ammessi al voto con 100 o più anni sono 64, di cui 14 maschi e 50 femmine.

 

DOCUMENTI PER VOTARE

Per essere ammessi al voto gli elettori dovranno esibire la Tessera Elettorale unitamente alla carta di identità o altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla Pubblica Amministrazione, anche se scaduto, purché la data di scadenza non risalga ad oltre tre anni prima del giorno della elezione.

In mancanza di documento, l'identificazione può avvenire anche attraverso:

-            uno dei membri del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità;

-            un altro elettore del comune (conosciuto al seggio e provvisto di documento di identificazione), che ne attesti l'identità.

Per evitare il possibile sovraffollamento e le code degli ultimi giorni, è consigliabile verificare per tempo il possesso dei documenti necessari per l'espressione del voto.

 

TESSERA ELETTORALE:

MODALITA' RILASCIO E AGGIORNAMENTO

La tessera viene consegnata direttamente all'indirizzo dei nuovi elettori attraverso il sistema postale o tramite incaricati comunali. I cittadini trasferitisi da altro comune a Ravenna, l'Amministrazione  comunale ha già provveduto alla consegna di una nuova tessera elettorale e al ritiro di quella vecchia.

In caso di mancato recapito, gli interessati potranno ritirare le tessere direttamente presso l'ufficio elettorale.

In caso di deterioramento, smarrimento o furto il cittadino può richiedere un duplicato della tessera presentando domanda all'Ufficio Elettorale o presso la sede di una Circoscrizione comunale.

La domanda va compilata e sottoscritta dal diretto interessato su modulo prestampato disponibile presso gli uffici stessi o scaricabile dal sito del Comune di Ravenna all'indirizzo: www.comune.ra.it/Ravenna-Semplifica/Cittadino/Elettorale.

Se la tessera è deteriorata, il cittadino deve riconsegnare quella in suo possesso, mentre in caso di furto o smarrimento, deve compilare e sottoscrivere, oltre alla domanda, anche una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, che sostituisce la denuncia ai Carabinieri o agli uffici della Polizia di Stato.

Il rilascio del duplicato della tessera avviene immediatamente presso l'ufficio Elettorale, qualche giorno dopo se la richiesta è stata presentata in Circoscrizione.

 

COME OTTENERE I DUPILICATI: all'Anagrafe fino a domani, poi all'ufficio Elettorale

Al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali a chi ne è sprovvisto o dei duplicati se l'originale è stato perso o deteriorato, gli sportelli appositamente istituiti presso l'Anagrafe di Viale Berlinguer 68 rimarranno aperti con le seguenti modalità:

fino a domani dalle 8 alle 19; sabato dalle 8.30 alle 19; domenica dalle 8 alle 22; lunedì dalle 7 alle 15. In questi stessi giorni e orari sarà anche aperto l'Ufficio Elettorale, in viale Berlinguer 54, e nelle giornate di domenica, dalle 8 alle 22, e di lunedì, dalle 7 alle 15, l'Anagrafe garantirà anche un servizio straordinario per il rilascio delle carte di identità.

Disabili e persone anziane con difficoltà di deambulazione, che non hanno ricevuto la tessera elettorale, possono telefonare all'Ufficio Elettorale affinché venga predisposta la consegna della stessa presso il proprio domicilio.

 

DOVE RECARSI A VOTARE

Sulla Tessera Elettorale gli elettori troveranno indicato il numero e l'indirizzo del seggio dove recarsi a votare. Si consiglia di verificare che l'indirizzo riportato sulla tessera coincida con quello di effettiva residenza. In caso contrario e per ogni eventuale dubbio contattare telefonicamente l'Ufficio Elettorale.

 

Nei giorni scorsi tutti i 117mila gli elettori del comune hanno ricevuto una lettera dell'ufficio elettorale che contiene due adesivi da applicare sulla tessera elettorale. Gli adesivi riguardano la nuova indicazione del collegio per l'elezione del consiglio provinciale, modificata secondo la recente legge che ne riduce il numero dei componenti e non l'indicazione del seggio dove andare a votare che rimane invariata.

L'Amministrazione comunale, invitando i cittadini elettori ad incollare gli adesivi nella tessera elettorale così come spiegato nella lettera inviata, al fine di essere pienamente in regola sul piano formale, precisa però che anche in caso di mancata applicazione da parte degli elettori degli adesivi inviati, verrà in ogni caso garantito il diritto di voto purché in possesso della tessera elettorale.

 

 

VOTO DEGLI ELETTORI AFFETTI DA INFERMITA' FISICA

Gli elettori impossibilitati ad esprimere personalmente il voto per grave infermità, possono esercitare il diritto di voto con l'aiuto di un elettore volontariamente scelto‚ iscritto nelle liste elettorali in un qualsiasi Comune della Repubblica e munito della propria tessera elettorale e di un documento di riconoscimento.

Nessuno può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un elettore fisicamente impedito.

Se l'impedimento è a carattere permanente, la legge 5 febbraio 2003 n.17 prevede, su richiesta dell'interessato corredata della relativa documentazione, l'apposizione di uno specifico simbolo (AVD) sulla propria tessera elettorale. In tal caso l'elettore sarà sempre ammesso al voto con l'aiuto di un accompagnatore senza avere più l'obbligo di munirsi dell'apposita certificazione medica.

Quando non vi sia l'apposizione del predetto simbolo, oppure l'impedimento non sia evidente, esso potrà essere dimostrato con un certificato medico rilasciato dal funzionario medico designato dalla AUSL.

Potranno comunque essere ammessi al voto assistito, senza la predetta certificazione:

-            la categoria dei ciechi civili;

-            gli amputati delle mani;

-            gli affetti da paralisi o da altri impedimenti di analoga gravità.

Si rammenta che l'impedimento ad una autonoma e valida espressione del voto deve essere di natura fisica e tale da non consentire l'atto materiale di apposizione del voto sulla scheda elettorale.

 

NORME INTESE A FAVORIRE LA VOTAZIONE DEGLI ELETTORI NON DEAMBULANTI (Legge 15/1/1991, n. 15)

Gli elettori non deambulanti, qualora la sede della sezione elettorale nella quale sono iscritti non sia accessibile mediante sedia a ruote, possono esercitare il diritto di voto in un'altra sezione del Comune situata in una sede esente da barriere architettoniche. L'elettore dovrà esibire una attestazione medica rilasciata dall'Autorità Sanitaria Locale (anche in precedenza per altri scopi) o copia autentica della patente speciale di guida, in modo che dalla documentazione esibita risulti l'impossibilità o la capacità di deambulazione gravemente ridotta.

Per lo scopo, sono state individuate alcune sezioni elettorali esenti da barriere architettoniche o che, con strutture appositamente predisposte, saranno accessibili con sedia a ruote.

 

SERVIZIO TRASPORTO PUBBLICO PER ELETTORI CON DIFFICOLTA' DI DEAMBULAZIONE

Sarà istituito un apposito servizio di trasporto pubblico per gli elettori disabili tramite l'AZIENDA SERVIZI alla PERSONA di Ravenna Cervia e Russi.

Il servizio sarà operativo con le seguenti modalità:

-            Domenica 15 maggio dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30;

-            Lunedì 16 maggio dalle 8.30 alle 12.30.

Per le prenotazioni è a disposizione il numero telefonico 0544 249111 (fax 0544 504226) dalle 8.30 alle 13.30 fino a domani, venerdì 13 maggio.

Nei giorni di votazione il servizio è prenotabile tramite il numero di cellulare: 347 1534870.

Al fine di agevolare il raggiungimento del seggio da parte degli elettori con difficoltà motorie, si comunica che presso l'Ufficio Elettorale (tel. 0544 482283) è disponibile una sedia a ruote che, su richiesta degli interessati o dei presidenti di seggio, potrà essere recapitata presso la sede del seggio.

  

CERTIFICAZIONE MEDICA PER GLI ELETTORI NON DEAMBULANTI

O AFFETTI DA INFERMITA' FISICA

\

Le certificazioni mediche per gli elettori fisicamente impediti ad esprimere il voto e per gli elettori non deambulanti saranno rilasciate dai medici dell'AUSL.

Il rilascio delle certificazioni avverrà nelle sedi e con gli orari di seguito elencati:

a Ravenna presso il Servizio Igiene e Sanità Pubblica (sede CMP secondo piano, vicino alla Farmacia Comunale), via Fiume Abbandonato 134 (tel. 0544/286678) domani, venerdì 13 maggio, sabato e lunedì dalle 8.30 alle 12;

a Ravenna presso la sede del 118, in viale Randi 11, domenica dalle 8.30 alle 12.

Ed inoltre dalle 13 alle 22 di domenica e dalle 13 alle 15 di lunedì il Personale medico sarà reperibile per i casi di urgenza attraverso il centralino dell'Ospedale di Ravenna (Telefono 0544 286125/26) e le visite saranno effettuate esclusivamente presso la sede del 118 in Viale Randi 11, nella giornata del 15 maggio, e presso gli ambulatori del Servizio Igiene Pubblica del CMP 2° piano in via F. Montone Abbandonato 134, nella giornata del 16 maggio, ad eccezione dei pazienti ricoverati e dei comprovati casi di impossibilità a raggiungere la sede sopraccitata.

All'atto della visita l'elettore fisicamente impedito o non deambulante dovrà esibire la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento valido.

 

Il rilascio delle certificazioni  sarà effettuato anche nelle Delegazioni del Comune di Ravenna nella giornata di sabato 14 maggio con i seguenti orari:

Marina di Ravenna                         dalle ore 9.00 alle ore 10.30;

San Pietro in Vincoli                         dalle ore 9.00 alle ore 10.30;

Castiglione di Ravenna             dalle ore 9.00 alle ore 10.30;

Mezzano                                     dalle ore 11.30 alle ore 12.30;

Piangipane                                    dalle ore 11.00 alle ore 12.30;

Sant'Alberto                                    dalle ore 9.00 alle ore 10.30;

Roncalceci                                    dalle ore 11.30 alle ore 12.30

 

UFFICIO ELETTORALE

Ulteriori informazioni all'Ufficio Elettorale, in Viale Berlinguer 54, tel. 0544 482283, fax 0544 482543, e-mail elettorale@comune.ra.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -