Ravenna, elezioni. Spadoni (Udc): "Il giudizio dei piccoli commercianti sarà severo"

Ravenna, elezioni. Spadoni (Udc): "Il giudizio dei piccoli commercianti sarà severo"

RAVENNA - "Sono tanti gli argomenti usati in campagna elettorale, ma mi pare che il tema riguardante il commercio passi un po' sotto tono. E' proprio attraverso la presentazione dei programmi della campagna elettorale in cui si evidenziano le criticità e le possibili soluzioni riguardo alle tante questioni economiche e sociali, di cui il settore commerciale, tra l'altro, dovrebbe assumere un gradino di particolare rilievo. A tal proposito occorre partire dagli strumenti di pianificazione del territorio in mano alle amministrazioni locali, le quali, di fatto, hanno favorito soprattutto negli ultimi vent'anni e continuano tuttora su questo solco, un consumo eccessivo di territorio oltre ad avere palesemente avvantaggiato a realizzazione di grandi esercizi commerciali", lo dice Gianfranco Spadoni, candidato Udc e del Partito dei pensionati alla presidenza della Provincia.

 

Continua Spadoni: "Basti ricordare, in ordine ravvicinato di tempo, lo sviluppo della grande rete distributiva nella vicina Forlì, l'enorme insediamento di Faenza, il raddoppio dell'attuale struttura di Ravenna, e via dicendo. Oltre al danno anche la beffa! E' mancata, infatti, tutta una serie di politiche compensative e di contrappeso per questa enorme generosità nei confronti del sistema cooperativo da parte delle giunte locali. Ad esempio non vi è traccia di iniziative mirate di promozione e di sostegno del piccolo commercio, proprio in una logica di sano equilibrio, a favore delle piccole imprese sopravvissute nei paesini e nelle frazioni dei Comuni o ancor più per quelle insediate nel centro storico, davvero in condizioni di sofferenza. I centri cittadini, a cominciare da quello di Ravenna, sono unici al mondo anche per merito delle piccole imprese commerciali le quali concorrono a renderlo vivo e appetibile, pur in condizioni di abbandono quasi totale da parte del governo locale, il quale, addirittura, non esita a emanare provvedimenti e decisioni penalizzanti e vessatorie su vari fronti".

 

"Basta citare, solo a titolo di esempio: reti sempre più estese di telecamere di vigilanza del traffico, parcheggi e aree di sosta insufficienti, carenze nel sistema di trasporto pubblico urbano, circuitazione viaria tesa ad allontanare progressivamente le auto dal centro per spostare i flussi nelle periferie. O, ancora, un sistema di controllo per i divieti di sosta così inflessibile da scoraggiare e ostacolare l'accesso al cuore cittadino, cui si aggiungono altre questioni gravemente "ostili e penalizzanti" per le attività del centro urbano. Per Ravenna, tra l'altro, occorrerebbero garanzie e certezze sul futuro del Mercato coperto per il quale non va in alcun modo snaturata la sua vocazione e la sua tradizione storica, oltre a rassicurare tutti gli operatori interni costretti a spostare la loro attività".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Occorre, dunque, una riflessione seria e articolata sul futuro della città, sulla sua candidatura a Ravenna capitale della cultura, sulla continua ricerca di un sano equilibrio fra sviluppo e coesione sociale, sulla valorizzazione delle vocazioni e delle peculiarità del territorio, sulla tutela e la promozione ordinata ed equilibrata di tutti i settori dell'economia locale, senza dimenticare, in modo casuale o, viceversa, intenzionale, la categoria del commercio che con le luci delle proprie vetrine, offre un' importante fascino alle città. Ricordo a me stesso e a tutti i politici, che i commercianti il 15 maggio saranno giudici severi nella scelta dei propri rappresentati in seno ai consessi elettivi!".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -