Ravenna, referendum, appello ai candidati sindaci: "Prendete posizione"

Ravenna, referendum, appello ai candidati sindaci: "Prendete posizione"

Ravenna, referendum, appello ai candidati sindaci: "Prendete posizione"

RAVENNA - "Mentre si avvicinano i referendum del 12 e 13 giugno, continua nel silenzio la privatizzazione a tappe forzate dei servizi idrici voluta dal Decreto Ronchi. L'acqua pubblica sarà presto interamente assoggettata alle speculazioni del mercato e cartelli con la scritta "proprietà privata" non ci suoneranno tanto strani come oggi". Il Comitato Referendario 2 Sì per l'Acqua Bene Comune di Ravenna chiede ai candidati di prendere posizione invitando l'elettorato di Ravenna a recarsi alle urne per il referendum.

 

"Non più un diritto per i cittadini ma una merce gestita da gruppi economici spesso stranieri. Per primi i francesi, già fortemente presenti in varie zone d'Italia ma data l'alta redditività del settore non si esclude l'arrivo di gruppi russi, cinesi e arabi. Stupisce come i gruppi politici che da sempre si dichiarano in difesa della territorialità o della italianità nulla abbiano da eccepire sulla possibile cessione del servizio idrico agli stranieri. Il motto "padroni a casa nostra" come potrà funzionare se un domani gli acquedotti potrebbero essere gestiti da una società araba? È per questo silenzio che il Comitato Referendario 2 Sì per l'Acqua Bene Comune chiede ai Candidati Sindaco e ai Candidati Presidente della Provincia di prendere posizione invitando l'elettorato di Ravenna a recarsi alle urne per il voto il 12 e il 13 giugno".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Infatti il totale oscuramento che i principali mezzi d'informazione stanno operando nei confronti dei referendum è un grave danno ai principi elementari della democrazia e del diritto ad esprimersi. Chiediamo, pertanto, che tutti i Candidati Sindaco e ai Candidati Presidente della Provincia - al di là delle posizioni politiche e delle proprie convinzioni sui temi in questione - assumano su di sé il compito di supplenza svolgendo un'opera di informazione corretta, lanciando l'invito ad andare a votare i referendum. Chiede inoltre ai suddetti Candidati di esprimersi di impegnarsi - qualora eletti - a promuovere la costituzione dell'"Assessorato ai Beni Comuni" sia nella giunta comunale sia in quella provin-ciale di Ravenna".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -