Regionali, Berlusconi cala il poker rosa del Pdl

Regionali, Berlusconi cala il poker rosa del Pdl

Regionali, Berlusconi cala il poker rosa del Pdl

ROMA - ''Si vota in 13 importanti regioni, sono elezioni nazionali che chiamano gli italiani ad una presa di posizione importante, e cioe' tra la politica del fare e la sinistra delle parole''. Così Silvio Berlusconi nella presentazione delle quattro candidate del Pdl al ruolo di governatore: Renata Polverini, che corre nel Lazio, Monica Faenzi, candidata in Toscana, Anna Maria Bernini, volto del Pdl in Emilia Romagna e Fiammetta Modena, candidata in Umbria.

 

Il Cavaliere ha letto ''per la prima volta un testo scritto'', riconoscendo che le regionali saranno una sorta di test nazionale, un banco di prova ''importante'' per la tenuta della sua coalizione. Nel suo breve intervento, Berlusconi ha parlato di "differenza antropologica" tra la maggioranza e l'opposizione. Poi, senza fare nessun accenno esplicito a Guido Bertolaso e all'inchiesta che ha travolto la Protezione civile, ha rivendicato i buoni risultati raggiunti dall'esecutivo.

 

"Solo questo è il governo che risolve le emergenze e ripara i danni del malgoverno del centrosinistra". Gli italiani, secondo il presidente del Consiglio, sono chiamati a scegliere tra "un governo che risolve le emergenze e un'opposizione che sa dire solo di no, tra un Governo delle riforme e un'opposizione che sparge solo pessimismo e autolesionismo". Alle quattro candidate Pdl al ruolo di governatore, Berlusconi ha assicurato: "Nessuna di voi parte da sfavorita".

 

Non è mancato un affondo sulla sinistra, che ha intenzione, secondo il premier, di "ritornare all'Ici. Noi l'abbiamo abolita e non vogliamo che torni in auge". La sinistra, ha aggiunto il Cavaliere, "vuole reintrodurre l'Ici, vuole mettere la patrimoniale, raddoppiare la tassazione sulle rendite» e instaurare «un regime di polizia tributaria".

 

Berlusconi si è quindi rivolto alle sue candidate, chiedendo quattro impegni: "Il Piano casa che è importantissimo ma nelle Regioni rosse è stato messo da parte; più verde, perchè c'è stata una diminuzione del verde in Italia e chiediamo alle Regioni di mettere a dimora milioni di nuove piante; meno burocrazia, con scorciatoie per chi vuole aprire nuove imprese; meno tasse e più servizi. Questo è l'impegno cui vi chiameremo".

 

"Per combattere l'evasione fiscale gli uomini della sinistra - ha aggiunto il Cavaliere - intendono introdurre negli scambi tra persone la regola della certificazione dell'individualità del passaggio di denaro, quindi la regola per cui si possano fare scambi o acquisti in contanti fino a 500 euro per portarla in 6 mesi a 300 euro e a fine anno fino a 100 euro. Così costruiremmo uno Stato di polizia tributaria".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -