Regionali, il PdL: "Cattolici epurati a sinistra"

Regionali, il PdL: "Cattolici epurati a sinistra"

BOLOGNA - "Le Acli, lanciando l'allarme sull'epurazione dei cattolici dalla politica, dicono solo una mezza verita'. L'epurazione c'e', ma a sinistra". Lo sostiene Ubaldo Salomoni, consigliere regionale e ricandidato per il Pdl. Che lancia un "contratto" da sottoscrivere per i cattolici e ne  approfitta per appoggiare "in pieno l'appello del cardinale Caffarra: dignita' della persona, difesa della vita dal suo concepimento nonche' della famiglia naturale fondata sul matrimonio".

 

Detto questo, "mi permetto di correggere il presidente delle Acli, Francesco Murru, che ha lanciato l'allarme contro l'epurazione dei cattolici dalla politica. Murru coglie nel segno, ma solo in parte. L'epurazione e' in pieno corso a sinistra". Salomoni cita il caso del consigliere regionale uscente del Pd, Mauro Bosi, "cacciato dalle liste perche' si schiero' contro i Dico regionali". E "i tanti mal di pancia che sono venuti alla luce, sempre all'interno del Partito democratico, nelle ultime settimane proprio tra coloro che si riconoscono nei valori cattolici, ribadiscono che si e' spalancata una questione cattolica nel centrosinistra e non in tutti gli schieramenti".

 

Salomoni consiglia a Murru di organizzare come Acli "un incontro tra i candidati alle regionali invitando loro a firmare in modo ufficiale un documento che metta al primo posto la dignita' della persona e la difesa della vita dal suo concepimento nonche' della famiglia naturale fondata sul matrimonio". Una sorta "di contratto morale e politico con gli elettori col quale ci assumiamo l'impegno a non tradire la nostra storia e a sostenere sempre cio' in cui crediamo e cio' che  rappresenta la base fondante della nostra societa'", conclude Salomoni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -