Rientra l'allarme nucleare in Slovenia

Rientra l'allarme nucleare in Slovenia

Rientra l'allarme nucleare in Slovenia

LUBIANA - Dopo ore di apprensione è rientrato l'allarme che era scattato nel pomeriggio di mercoledì dopo l'incidente alla centrale nucleare di Krsko, in Slovenia. Un incidente che aveva fatto mettere in atto i dispositivi di sicurezza europei e indotto la Ue e diramare un comunicato d'allarme a tutti gli stati membri. Il direttore dell'impianto, Stane Rozman, intervendo durante una trasmissione radiofonica locale ha spiegato che "non si è verificato nulla di insolito".

 

Il reattore dell'impianto di Krsko è stato chiuso ieri pomeriggio dopo la fuoriuscita di liquido dall'impianto di raffreddamento. E' stato ancora una volta ribadito che non c'è stata alcuna perdita di materiale radioattivo nell'ambiente.

 

La rete elettrica slovena, approvvigionata al 20% dalla centrale di Krsko, ha coperto il deficit con importazioni dai Balcani e la Germania, sempre secondo quanto riferito dalla stesse emittente radiofonica, Radio Slovenija.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -