Riforme, Calderoli gela Berlusconi: "Prima il Federalismo, poi la Giustizia"

Riforme, Calderoli gela Berlusconi: "Prima il Federalismo, poi la Giustizia"

Riforme, Calderoli gela Berlusconi: "Prima il Federalismo, poi la Giustizia"

ROMA - Stop della Lega Nord al premier Silvio Berlusconi. Il minsito per la Semplificazione legislativa, Roberto Calderoli, frena la corsa del Cavaliere verso la riforma della Giustizia e ricorda al capo del governo: "Abbiamo fatto una tabella temporale delle riforme e in quella tabella la riforma della giustizia non c'è. Questo non vuol dire che non si farà, ma viene dopo". Già perché prima, in autunno, "abbiamo il federalismo fiscale, le autonomie e poi la finanziaria".

 

Calderoli ricorda che dopo queste riforme, allora si dovrà affrontare "la riforma costituzionale. Una riforma della giustizia ci può anche stare, ma il 2008 è piuttosto pieno".

 

Una frenata a Berlusconi ma anche al ministro della Giustizia, Angelino Alfano, che aveva definito in avanzato stato di predisposizione "la riforma organica della giustizia" che secondo il Guardasigilli sarebbe diventata legge a settembre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -