Romano ministro dell'Agricoltura, Napolitano: ''Si faccia chiarezza''

Romano ministro dell'Agricoltura, Napolitano: ''Si faccia chiarezza''

Romano ministro dell'Agricoltura, Napolitano: ''Si faccia chiarezza''

ROMA - Suscita non poche polemiche la nomina di Francesco Saverio Romano a ministro delle Politiche agricole, che prende il posto di Giancarlo Galan. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, recita una nota del Quirinale, "ha proceduto alla nomina non ravvisando impedimenti giuridico-formali che ne giustificassero un diniego. Egli ha in pari tempo auspicato che gli sviluppi del procedimento chiariscano al più presto l'effettiva posizione del ministro". 

 

"Romano, assolutamente incensurato, ha solo una pendenza in corso, cioè una richiesta di archiviazione di un avviso di garanzia - ha dichiarato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa -. La Costituzione dice che uno è innocente fino alla Cassazione, ma doversi difendere dalle lungaggini di una richiesta di archiviazione che ancora non è arrivata, mi pare veramente pretendere troppo da chiunque".

 

"Berlusconi non è più in grado di agire liberamente nella sua attività di governo - ha evidenziato il capogruppo di Fli alla Camera Italo Bocchino - Ha dovuto sottostare al diktat dei Responsabili e nominare ministro Saverio Romano nonostante le note e annunciate perplessità del Quirinale".

 

Per Bocchino si è arrivati "in una situazione senza precedenti che mette a repentaglio la libertà di azione del presidente del Consiglio". Galan è stato spostato ai Beni cultiurali, posto lasciato vacante dal dimissionario Sandro Bondi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -