Romano, respinta la mozione di sfiducia

Romano, respinta la mozione di sfiducia

Romano, respinta la mozione di sfiducia

La Camera dei deputati ha respinto la mozione di sfiducia presentata dal Pd nei confronti del ministro delle Politiche agricole, Alimentari e Forestali, Saverio Romano che è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. I no alla sfiducia sono stati 315, i sì 294. Il premier Silvio Berlusconi si è detto "molto soddisfatto, perchè la maggioranza è a 325 e si possono fare le riforme". Per Romano c'è "tanto spazio per fare le riforme e continuare la legislatura".

 

Prima del voto il ministro ha evidenziato di esser "da tempo oggetto di una campagna di aggressione senza precedenti che non auguro a nessuno. Quello che un tempo era l'ordine giudiziario ormai ha soverchiato il Parlamento e ne vuole condizionare le scelte". Romano ha poi rimarcato "la malattia del nostro sistema giudiziario. Se per 8 anni un uomo politico colpevole è stato tenuto libero la giustizia ha fallito".

 

"Se invece un innocente è stato tenuto sulla graticola mi sembra un tempo interminabile, che non deve essere consentito per nessuno - ha aggiunto -. In questi mesi mi è stato tolto l'onore, perchè i processi sono stati trasferiti in aule improprie, nelle piazze e in Parlamento. Io e i miei familiari fino alla settima generazione siamo incensurati".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -