Rosarno, Maroni: ''Accaduto quello che si temeva''

Rosarno, Maroni: ''Accaduto quello che si temeva''

Rosarno, Maroni: ''Accaduto quello che si temeva''

ROSARNO (Reggio Calabria) - "Purtroppo a Rosarno è avvenuto quello che noi temevamo". Lo ha affermato in un'intervista rilasciata a Sky Tg24 il ministro dell'Interno Roberto Maroni. Dopo dieci anni senza fare nulla, ha aggiunto il titolare del Viminale, "e parlo delle autorità locali e territoriali" sono nate comunità di extracomunitari che erano "delle vere e proprie bombe innescate". Nel frattempo le ruspe hanno demolito gli accampamenti nell'ex fabbrica Rognetta.

 

Quella tra sabato e domenica è stata una nottata tranquilla. Complessivamente 1.125 persone sono state trasferite nei centri di prima accoglienza di Bari e Crotone. Oltre a queste, altri 200 immigrati hanno lasciato Rosarno con mezzi propri. Non si può comunque escludere che vi siano ancora immigrati nascosti nelle campagne o dagli stessi datori di lavoro. Per questo motivo la vigilanza delle forze dell'ordine è molto forte.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -