Ruby, Berlusconi: ''Non sono preoccupato. Avanti fino al 2013''

Ruby, Berlusconi: ''Non sono preoccupato. Avanti fino al 2013''

Ruby, Berlusconi: ''Non sono preoccupato. Avanti fino al 2013''

ROMA - Il presidente del Consiglio non si detto "per niente preoccupato" sul rinvio a giudizio immediato preso martedì dal gip di Milano Cristina Di Censo nell'ambito del processo sul cosiddetto ‘caso Ruby', che lo vede imputato con l'accusa di concussione e prostituzione minorile. Il Cavaliere si è detto tranquillo sulle possibilità di restare alla guida dell'esecutivo fino al 2013: "presto arriveremo a 325 deputati per fare tutte le principali riforme".

 

Berlusconi ha anche garantito che la Lega ha espresso la "volontà continuare con questo governo: siamo quanto mai coesi e decisi a continuare la legislatura fino al suo termine naturale". Secco invece il commento di Umberto Bossi: "Se il governo ha i numeri si va avanti. Se non ci fossero, allora cade da solo". Il premier ha poi preferito evitare di tornare sulle sue vicende giudiziarie.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -