Ruby, Berlusconi: ''Non sono preoccupato. Avanti fino al 2013''

Ruby, Berlusconi: ''Non sono preoccupato. Avanti fino al 2013''

Ruby, Berlusconi: ''Non sono preoccupato. Avanti fino al 2013''

ROMA - Il presidente del Consiglio non si detto "per niente preoccupato" sul rinvio a giudizio immediato preso martedì dal gip di Milano Cristina Di Censo nell'ambito del processo sul cosiddetto ‘caso Ruby', che lo vede imputato con l'accusa di concussione e prostituzione minorile. Il Cavaliere si è detto tranquillo sulle possibilità di restare alla guida dell'esecutivo fino al 2013: "presto arriveremo a 325 deputati per fare tutte le principali riforme".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Berlusconi ha anche garantito che la Lega ha espresso la "volontà continuare con questo governo: siamo quanto mai coesi e decisi a continuare la legislatura fino al suo termine naturale". Secco invece il commento di Umberto Bossi: "Se il governo ha i numeri si va avanti. Se non ci fossero, allora cade da solo". Il premier ha poi preferito evitare di tornare sulle sue vicende giudiziarie.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -