Ruby, Napolitano: ''Il processo si svolgerà secondo giustizia''

Ruby, Napolitano: ''Il processo si svolgerà secondo giustizia''

Ruby, Napolitano: ''Il processo si svolgerà secondo giustizia''

ROMA - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha garantito che il processo al premier Silvio Berlusconi sul cosiddetto ‘caso Ruby' si svolgerà secondo giustizia. In un'intervista rilasciata al giornale tedesco "Welt am Sonntag", il capo dello Stato ha evidenziato che le leggi italiane "garantiscono che un procedimento come questo, in cui si sollevano gravi accuse che il Presidente del Consiglio respinge, si svolgerà e concluderà secondo giustizia".

 

Napolitano ha aggiunto di confidare "nel nostro Stato di diritto". Quanto a Berlusconi, l'inquilino del Colle ha evidenziato "che abbia le sue ragioni e buoni mezzi giuridici per difendersi contro le accuse". In merito alla situazione politica, il presidente della Repubblica ha sottolineato che il "Governo regge finché dispone della maggioranza in Parlamento e opera di conseguenza".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di alberto monticelli
    alberto monticelli

    Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per le condizioni tragiche e"insospettabili" che l'uomo con la sua sociale onestà, la famiglia con la sua sociale stabilità, le istituzioni con le loro proprietà storiche vivono, è nobilmente rappresentativo di un equilibrio, di una saggezza, di una filantropica speranza che neanche le attuali parole più sacre posseggono (sono solo parole ed è un peccato, un grave peccato). Se il nostro Presidente del Consiglio si trova immerso nella stra-cotta condizione di doversi difendere da gravi accuse di carattere morale prima che etiche, è causa del processo storico di debolezza o falsa ricchezza di cui e in cui la nostra cultura è immersa, ma quale debole processo storico lo ha nel tempo avallato? Gli spudorati interessi economici e finanziari hanno prevalso sui Valori. Gli interessi della sacra, finta ideologia morale, hanno gerarchicamente sgretolato i fondamenti dell'educazione all'onesto, al giusto, al bene, alla virtù, al coraggio, alla libertà di pensiero. Gli spudorati interessi economici e finanziari hanno prevalso sui Valori. Il nostro Presidente? Il suo essere mi onora, il suo esserci mi nobilita individualmente e socialmente. Il suo nostro rappresentarci dovrebbe della sofferenza a tutti, una sofferenza esemplare per un ritorno ad essere onestamente pathos per un'ITALIA che deve riscoprire un unitario positivo, propositivo orgoglio univoco, unitario.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -