Salari, Damiano ai sinadacati: servono tempo e pazienza

Salari, Damiano ai sinadacati: servono tempo e pazienza

ROMA – Il ministro del lavoro Cesare Damiano invita alla calma e chiede pazienza per risolvere l’annosa questione dei salari troppo bassi. L’esponente dei Ds, ora del Pd, intervenendo a Radio Anch’io indica la strada della concertazione come quella da seguire perché così ''si esclude il conflitto preventivo''.


Comunque per trovare un accordo quella questione (riguardo alla quale il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, ha già minacciato lo sciopero generale) servono ''tempo e pazienza, con la fretta e la furia non si ottengono risultati che siano condivisi''.


Domenico Proietti, della Uil, tranquillizza il ministro. “Vogliamo rassicurare il ministro Damiano: non è nella cultura della Uil fare scioperi preventivi – chiarisce -. Il problema è che da tempo il sindacato chiede al Governo di procedere ad una riduzione delle tasse sui redditi da lavoro dipendente e da pensione”.


Per Proietti “quel tempo è scaduto, per questo chiediamo con forza al Governo di intervenire subito con due provvedimenti: detassare gli aumenti contrattuali e aumentare le detrazioni per i lavoratori e per i pensionati".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -