Salva-Rete 4, retromarcia del governo: cancellato l'emendamento

Salva-Rete 4, retromarcia del governo: cancellato l'emendamento

Salva-Rete 4, retromarcia del governo: cancellato l'emendamento

Importante passo indietro del governo riguardo al cosiddetto provvedimenti "Salva Rete 4". L'Esecutivo ha infatti deciso di togliere l'emendamento al decreto sull'adempimento degli obblighi comunitari. Per semplificare, la norma inserita del governo in quel decreto prevedeva il mantenimento dello stato attuale sul fronte delle frequenze televisive, mantenendo così in vita Rete 4 senza concederla da Europa 7, come chiesto dall'Unione europea.

 

Esulta il centrosinistra, che vede così ripagata la dura opposizione parlamentare nei confronti del provvedimento. ''La battaglia parlamentare  ha ottenuto risultati importanti'', ha commentato Paolo Gentiloni, ex ministro delle Comunicazioni e componente del ‘governo ombra' del Pd. Nonostante ciò il partito di Veltroni voterà no, così come l'Italia dei Valori. Le motivazioni le spiega Beppe Giulietti, deputato dipietrista, secondo il quale comunque "non si risolve la questione delle sanzioni europee e l'Italia sarà costretta a pagare".

 

L'opposizione ha comunque annunciato che cesserà l'ostruzionismo, consentendo così alla Camera di approvare il provvedimento in tempo utile per il passaggio al Senato, cui resta il compito dell'approvazione definitiva.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -