Sarkozy si difende in diretta tv: "Una vergogna le accuse contro di me"

Sarkozy si difende in diretta tv: "Una vergogna le accuse contro di me"

Sarkozy si difende in diretta tv: "Una vergogna le accuse contro di me"

"Le accuse contro di me sono una vergogna". Si difende in diretta televisiva il presidente della Francia, Nicolas Sarkozy, investito nei giorni scorsi dalla bufera sulla presunta corruzione nel paese innescata dalle dichiarazioni di un'ex contabile della famiglia Bettencourt che avrebbe svelato un giro di bustarelle. Circostanza prontamente smentita dalla massimo autorità francese, che ieri con una lunga intervista in diretta televisiva dai giardini dell'Eliseo ha tratteggiato i confini della propria difesa da questo ennesimo scandalo.

 

"Eric Woerth è un uomo profondamente onesto, che in queste settimane ha subìto tutto con grande dignità. Ha la piena fiducia mia e degli altri ministri, non ho motivo per separarmi da lui", ha detto Sarkozy durante l'intervista a France 2.

 

"Da qualche settimana - ha detto - sento delle persone che esprimono il loro odio nei confronti del denaro. Diffido di chi idolatra il denaro come di chi lo detesta. Alla fine è la stessa cosa. E' un rapporto malsano", ha aggiunto il presidente. Spiegando poi che se a lui fosse interessato il denaro, non si sarebbe impegnato "nella vita politica al servizio del Paese, come faccio da 35 anni".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -