Scandalo intercettazioni, il premier Cameron: "Ho fatto errori"

Scandalo intercettazioni, il premier Cameron: "Ho fatto errori"

Scandalo intercettazioni, il premier Cameron: "Ho fatto errori"

Il premier britannico David Cameron è intervenuto sullo scandalo intercettazioni in una sessione straordinaria in Parlamento, esponendo il piano di azione. L'inchiesta pubblica dovrà far luce "sui rapporti fra stampa, polizia e politici, e sulle condotte individuali". "La gente - Il premier inglese ha poi aggiunto il primo ministro - vuole che il governo metta fine alle pratiche illegali e che agiamo dalla parte delle vittime. La responsabilità più grande che ho è di ripulire".

 

Il capo dell'opposizione Miliband ha chiesto le dimissioni del premier. Ma il primo ministro non ne vuole sapere, anche se ha ammesso le sue colpe e dichiarato di essere "estremamente dispiaciuto" per il furore provocato dalla nomina di Coulson, ex direttore di News of the World, quale suo capo della comunicazione.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qualora emergesse che Coulson ha mentito in merito al suo coinvolgimento nello scandalo delle intercettazioni, dopo aver sostenuto di non essere a conoscenza delle pratiche illegali messe in atto dal News of the World, Cameron si è quindi detto pronto a presentare le sue "profonde scuse" al Parlamento.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -