Scontri in Egitto, almeno mille arresti

Scontri in Egitto, almeno mille arresti

IL CAIRO - E’ ancora alta la tensione in Egitto, alle prese con una serie di proteste, ispirate da quanto accaduto questo mese in Tunisia, dove il presidente è stato deposto. Dall'inizio delle manifestazioni di piazza di martedì scorso sono finite in manette almeno mille persone. Di questi, quaranta - secondo quanto riporta la tv satellitare Arabya - sono stati incriminanti dalla Procura generale egiziana per aver cercato di "rovesciare il regime".

I morti sono invece sei, anche se un anonimo responsabile della sicurezza sostiene che le due vittime di mercoledì, un agente di polizia e una donna, sarebbero morti a causa di un incidente stradale, investiti da un'auto nel centro del Cairo. Scontri sono stati registrati anche durante la notte tra mercoledì e giovedì.

 

Ma la protesta contro l'autoritarismo di Mubarak dovrebbe raggiungere il suo apice tra giovedì e venerdì, con il ritorno in patria di Mohamed El Baradei, ex presidente dell'Aiea (Agenzia internazionale per l'energia atomica) e punto di riferimento dell'opposizione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -