Scuola, Berlusconi contro gli studenti: "In piazza anche facinorosi"

Scuola, Berlusconi contro gli studenti: "In piazza anche facinorosi"

Scuola, Berlusconi contro gli studenti: "In piazza anche facinorosi"

Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi torna ad attaccare gli studenti che in questi giorni stanno protestando contro la riforma della scuola promossa dal ministro Mariastella Gelmini. Dalla Cina, dove si trova in visita ufficiale, il premier ha spiegato che "in tantissime manifestazioni organizzate dall'estrema sinistra e dai centri sociali, così come mi ha confermato il ministro dell'Interno, ci sono dei facinorosi: non tutti naturalmente, dei piccoli gruppi".

 

Berlusconi ha anche detto di non volere dialogare con l'opposizione "che mi chiama dittatore". E riguardo alle prese di posizione del Partito democratico sulle sue dichiarazioni riguardo all'invio della polizia delle scuole, il premier è lapidario: "Non mi interessa - dice - io ho una maggioranza in parlamento, ho avuto un voto e degli apprezzamenti dal pubblico. Siccome da sinistra non sono mai venute cose giudiziose e positive io vado avanti a realizzare il mio programma indipendentemente da tutti i teatri e teatrini che mette in campo la sinistra".

 

Il presidente del consiglio italiano dice poi di voler schierarsi fermamente a difesa dello studio. "Io non ho cambiato assolutamente atteggiamento, vale quello che ho detto, e ne ho parlato anche con il ministro dell'Interno - dice ancora dalla Cina -: se lo Stato vuole essere Stato deve difendere il diritto dei cittadini a frequentare le scuole e le università". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -