Scuola, Napolitano: ''Motivare gli insegnanti ed investire''

Scuola, Napolitano: ''Motivare gli insegnanti ed investire''

Scuola, Napolitano: ''Motivare gli insegnanti ed investire''

ROMA - Il rigore non può privare la scuola del sostegno necessario. E' quanto ha ricordato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, inaugurando al Quirinale ufficialmente l'anno scolastico 2010-2011. "Per elevare la qualità dell'insegnamento - ha detto il capo dello Stato -, occorre motivare gli insegnanti e richiedere che abbiano una adeguata formazione, ma anche offrire loro validi strumenti formativi e di riqualificazione. E su tutto questo è necessario investire".

 

"Nel passato non lo si è fatto abbastanza e si sono prodotte situazioni pesanti - ha continuato Napolitano, riferendosi agli investimenti -. Occorre dunque qualificare e riqualificare coloro che aspirano ad una assunzione a tempo indeterminato". "Nel portare avanti l'impegno comune e categorico per la riduzione del debito pubblico - ha aggiunto - bisogna riconoscere la priorità della ricerca e dell'istruzione nella ripartizione delle risorse pubbliche disponibili".

 

Secondo Napolitano occorre "riformare con giudizio, occorre sanare squilibri, disparità, disuguaglianze che si presentano anche nell'Istruzione che dovrebbe servire proprio a colmare le disuguaglianze". L'inquilino del Colle ha poi evidenziato come occorra "più qualità, un rapporto più stretto tra istruzione e mondo del lavoro, un maggiore spazio alle competenze necessarie nelle società contemporanee".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -