Sfiducia a Bondi, il ministro: ''Non al rinvio del voto''

Sfiducia a Bondi, il ministro: ''Non al rinvio del voto''

Sfiducia a Bondi, il ministro: ''Non al rinvio del voto''

ROMA - Il ministro della Cultura, Sandro Bondi, dice no all'ipotesi del rinvio della mozione di sfiducia nei suoi confronti a causa delle assenze per un concomitante Consiglio d'Europa. "Un ulteriore rinvio della mozione di sfiducia che mi riguarda sarebbe intollerabile - ha affermato in una nota il ministro e coordinatore del Pdl -. C'è un limite anche a giocare con la dignità delle persone per squallide ragioni di interesse politico".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta di un rinvio è stata avanzata dall'Udc per poter partecipare al voto del Consiglio d'Europa sulla persecuzione dei cristiani. Martedì la decisione dei capigruppo di Montecitorio. Il Pdl dopo avere spinto per numerosi rinvii dell'esame delle mozioni, ora vorrebbe andare ad un rapido voto, convinto di avere trovato in aula i voti necessari per sconfiggere la mozione di Pd ed Idv alla quale si è aggiunta una mozione dei centristi del terzo polo (Udc, Api, Fli ed Mpa).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -