Shoah, Veltroni lascia il Museo: "Da Alemanno dichiarazioni gravissime"

Shoah, Veltroni lascia il Museo: "Da Alemanno dichiarazioni gravissime"

Shoah, Veltroni lascia il Museo: "Da Alemanno dichiarazioni gravissime"

Walter Veltroni lascia il consiglio del Museo della Shoah. Lo fa dopo le parole del sindaco di Roma Gianni Alemanno sul fascismo e dopo la ‘riabilitazione' parziale compiuta dal ministro della Difesa Ignazio La Russa della Repubblica sociale.

 

"Ho deciso di presentare le mie dimissioni dal consiglio dopo le dichiarazioni del sindaco Alemanno che mi sono apparse gravissime - afferma Veltroni nella lettera inviata al presidente della comunita' ebraica romana, Riccardo Pacifici, al presidente dell'Unione delle comunita' ebraiche italiane Renzo Gattegna, e a Settimio Di Porto del direttivo dell'associazione Figli della Shoah".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quel tentativo di esprimere un giudizio 'doppio' sul fascismo - aggiunge l'ex primo cittadino della capitale -, questa ambiguità non chiarita e anzi se possibile aggravata dalle successive dichiarazioni mi feriscono e mi fanno ritenere impossibile rimanere al mio posto nel comitato presieduto dal sindaco di Roma Alemanno".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -